Perché è importante avere un sito internet e tenerlo aggiornato

Perché è importante avere un sito internet e tenerlo aggiornato

Perché è importante avere un sito web? Possedere uno spazio online è fondamentale per avere uno spazio digitale a cui il pubblico può fare riferimento per reperire qualsiasi informazione sulla vostra attività. Anche se la tua azienda ha dei profili social è necessario che questi rimandino ad una pagina principale che faccia capo a tutti profili dei diversi social.

Inoltre le persone cercano informazioni sui motori di ricerca usando delle parole chiave che, in caso rimandino al vostro sito, questo sarà facilmente reperibile.

Ecco alcuni motivi per cui dovreste avere un sito web:

  1. punto di riferimento: il sito web permette di trovare qualsiasi cosa che riguardi la tua azienda attraverso un dominio specifico;
  2. strumento di comunicazione: permette di raccontare ciò che vuoi sulla tua attività e di veicolare contenuti specifici e pertinenti;
  3. credibilità: le aziende che hanno un sito web risultano più credibili agli occhi degli utenti online;
  4. relazioni: le interazioni tra gli utenti che visitano il tuo sito incentivano la creazione di una community;
  5. vendita: se nel tuo sito è inserita la sezione e-commerce, potrai implementare le vendite ed espandere la tua clientela.

Confronto tra social e sito

È meglio avere dei profili social o un sito web? In realtà si tratta di due strumenti molto diversi e con caratteristiche peculiari.

I social permettono una condivisione immediata, mentre il sito ha bisogno di più tempo per funzionare in maniera ottimizzata. A livello di controllo il sito web permette di personalizzare interamente ogni aspetto, mentre i social sono controllati dalla piattaforma che detta regole, formati, algoritmi e limiti relativi ai contenuti.

Per quanto riguarda la visibilità nei social dipende dall’algoritmo della piattaforma e dalle interazioni degli utenti, invece per il sito web è fondamentale lavorare sulla SEO.

Il sito web permette abilita poi un insieme di funzionalità che i social non prevedono come ad esempio lead generation, content marketing attraverso l’attività di corporate blogging, compilazione di form, moduli di contatto, spiegazioni e descrizioni esaustive, ecc. ecc.

É possibile integrare e utilizzare questi due strumenti in forma combinata attraverso la creazione di contenuti che facciano da rimando al sito web, ciò permette anche la realizzazione di azioni di marketing articolate che raggiungono un pubblico ampio. Al contrario possono essere inseriti i link ai profili social sul sito web per permettere un accesso diretto.

Ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione SEO si riferisce alle tecniche che mirano ad aumentare la visibilità di un sito web, migliorandone così il posizionamento tra i risultati organici del motore di ricerca. Ci sono due principali tipi di attività SEO: quelle on page, cioè sulle pagina web, e quelle off page, ossia relative ad elementi esterni al sito.

Tre elementi fondamentali sono:

  • le parole chiave che corrispondono alle possibili stringhe di testo che gli utenti useranno per la ricerca;
  • meta tag, ossia tutti i termini che si riferiscono ad una specifica pagina;
  • meta descrizione, cioè una frase che descrive il contenuto della pagina e che dovrebbe invogliare l’utente a visitarla;

Importante è anche ottimizzare le immagini inserite nel sito web prestando attenzione al nome che assegnamo, alle dimensioni e alla pertinenza rispetto alla brand image e ai contenuti da veicolare.

Aggiornamento del sito

Avere un sito aggiornato di tanto in tanto è importante ai fini del miglioramento della user experience che dovrà sempre risultare efficiente sia dal punto di vista delle funzionalità che a livello grafico. Inoltre, aggiornare permette di mantenere un buon posizionamento SEO e aumentare la credibilità presso il proprio bacino di utenza.

Un sito obsoleto è svantaggioso perché potrebbe potenzialmente danneggiare l’immagine aziendale facendo risultare la tua attività poco professionale e poco disponibile al cambiamento; è anche possibile che si perdano potenziali clienti e che il sito risulti più vulnerabile agli attacchi informatici.

In conclusione possiamo dire che avere un sito web al giorno d’oggi è essenziale perché quando un utente cerca un’azienda online si aspetta di trovare in prima posizione tra i risultati di ricerca il sito web di questa con tutte le informazioni necessarie. Se la tua azienda non ha un sito web non esitare a rivolgerti a un’agenzia per la sua creazione. La tua attività e il tuo pubblico potranno così beneficiare di una presenza online profittevole.

Perché affidarsi a un team di esperti per gestione del proprio sito web

Perché affidarsi a un team di esperti per la gestione di un sito web

L’ambiente digitale è diventato sempre più competitivo, le aziende devono quindi cercare di imporre la propria presenza anche online.

Creare e gestire un sito web in maniera efficace non è un’attività semplice e richiede competenze specifiche, tempo e strumenti professionali. Ecco quindi perché dovreste affidare il vostro sito aziendale ad un team di esperti.

I vantaggi di affidarsi ad una web agency

Le web agency sono realtà specializzate nella creazione e nella gestione dei siti web e dispongono di figure specifiche addette a queste mansioni. Queste hanno competenze e conoscenze approfondite in campo di web design e attività di SEO e sapranno come progettare il perfetto spazio digitale in base alle vostre esigenze e all’immagine della vostra azienda.

Affidarvi ad un’agenzia vi permette inoltre di risparmiare tempo e risorse, delegando la gestione del sito a dei professionisti che si occuperanno di ogni suo aspetto compresi manutenzione, aggiornamenti e sicurezza.

Questi specialisti del settore hanno anche accesso risorse avanzate, strumenti e tecnologie specifiche e aggiornate come software di analisi, tool di monitoraggio delle prestazioni, piattaforme di gestione dei contenuti (CMS), ecc. ecc. L’utilizzo di questi elementi permetterà al vostro sito di essere ottimale e alla vostra azienda di risparmiare sui costi relativi.

Un altro motivo per cui dovreste rivolgervi a degli esperti è l’assistenza continua che forniscono nella gestione del sito web. Sapranno fornirvi il supporto necessario, affrontare tempestivamente i problemi e aggiornare periodicamente il vostro spazio digitale.

WordPress

Secondo mysocialweb.it il 63,1% dei siti web è creato con WordPress, la versione 6 è utilizzata dal 72,4% degli utenti che si occupano di CMS (Content Management System: strumento software che facilita la gestione dei contenuti di siti web).

Questo strumento è il più diffuso ed immediato tool per la realizzazione di qualsiasi tipologia di sito web: siti aziendali, e-commerce, blog, forum e altre ancora.

Permette la totale personalizzazione degli spazi digitali dalla home al modulo di contatto, dal menù al footer; consente di inserire contenuti foto e video, definire gli aspetti grafici con colori, forme e font particolari; infine comprende la parte della SEO che sarà preziosa per posizionare il vostro sito nel web ed attirare il vostro target di riferimento.

Sicurezza

Negli ultimi anni gli attacchi informatici da parte di malware (programmi e codici che mettono a rischio un sistema) e virus (software che attaccano i file dell’utente) sono aumentati esponenzialmente.

Secondo Il Sole 24 Ore nel primo semestre del 2023 in Italia gli attacchi sono aumentati del 40%, dati che vedono il nostro Paese impreparato ad affrontarli a causa della poca competenza nel campo da parte delle piccole e medie imprese, alle motivazioni culturali e di budget e all’influenza delle tensioni internazionali e degli accadimenti geopolitici. In generale la criminalità informatica è sempre più organizzata e strutturata, per questo costituisce un reale pericolo per tutte le attività realizzate sul web. Basti pensare che nel 2023 si è verificato in media un attacco informatico ogni 39 secondi che ha portato ad avere oltre 2200 casi giornalieri.

I sistemi di gestione dei contenuti (CMS) necessitano perciò di aggiornamenti costanti per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese.

È importante utilizzare degli strumenti e delle tecniche per cercare di limitare la possibilità che questi accadano:

  • certificato SSL (Secure Socket Layer): garantisce un sistema di crittografia sicuro proteggendo le informazioni scambiate tra browser e server;
  • protocollo HTTPS (HyperText Transfer Protocol Secure): rende la comunicazione tra una rete di computer sicura;
  • sistema di controllo degli accessi: sistema di protezione che impedisce l’accesso ad ambienti e risorse informatiche da parte di utenti indesiderati;
  • sistema anti intrusione: insieme di strumenti che impediscono l’accesso ai dati da parte di soggetti esterni;
  • firewall applicativo web (WAF): applicazione di sicurezza che monitora e blocca il traffico da e verso il sito web;
  • servizio di mitigazione DDoS (Distributed Denial-of-Service): aiuta a prevenire gli attacchi;
  • anti virus: scansiona periodicamente il sito per individuare eventuali minacce e rimuoverle;
  • anti spam: uso di CAPTCHA (Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart) nei punti di input per verificare che gli utenti siano umani e non robot.

Utilizzare queste risorse per mantenere un sito web aziendale protetto e sicuro è fondamentale per salvaguardare i propri dati e le proprie informazioni, ma anche per preservare un aspetto molto importante ossia la brand reputation in quanto un sito web compromesso può portare a ripercussioni negative sull’affidabilità, la fiducia dei clienti e in generale l’immagine dell’azione.

L’importanza del blog o del magazine aziendale

L'importanza del blog o magazine aziendale

Il blog o magazine aziendale è diventato nel tempo un importante strumento di marketing che permette all’azienda di migliorare il suo posizionamento, la sua visibilità e di acquisire potenziali clienti.

Innanzitutto cos’è un blog aziendale? Si tratta semplicemente di un insieme di articoli che parlano delle tematiche relative ad un’azienda. Non solo, permette anche di promuovere specifici prodotti o servizi e aumentare la visibilità curando la brand reputation e aumentando la fiducia del lettore. In generale è un veicolo di content marketing che si traduce, dal punto di vista comunicativo, in un’attività di corporate blogging.

Vantaggi dell’avere un blog

Avere un magazine aziendale permette di ottenere numerosi vantaggi:

  • aumentare la visibilità dell’azienda migliorando il posizionamento nei motori di ricerca a incrementando il traffico sul sito web;
  • fornire valore aggiunto ai clienti attraverso la condivisione di informazioni interessanti, pertinenti ed utili;
  • stabilire autorità e professionalità nel proprio settore dimostrando competenza nella scrittura degli articoli;
  • generare lead: se i contenuti sono interessanti e rilevanti possono contribuire ad attrarre potenziali clienti;
  • migliorare la brand reputation mostrando impegno nell’informare il pubblico;
  • supportare le attività di marketing integrandosi con esse e amplificando i contenuti veicolati dall’azienda;
  • comunicare novità e aggiornamenti sull’attività e sulla sua offerta;
  • creare una community: attraverso i commenti e le interazioni si incentiva la creazione di una community affezionata di utenti interessati all’azienda.

Creare un piano editoriale

Prima di decidere quali articoli postare, è opportuno definire quando pubblicarli. In linea di massima si dovrebbe postare almeno un articolo al mese. Se non vi mancano tempo ed ispirazione potete pensare anche di aumentarli a due o tre.

È importante programmare ma anche prevedere che ci possano essere delle novità “inaspettate” di cui però volete parlare in maniera immediata, in questo caso dovrà essere scritto un articolo in modo estemporaneo e quello che avevate previsto passerà ad un post successivo. È quindi necessario avere un archivio di articoli da postare in futuro e dei modelli prestabiliti da usare in caso di necessità.

Un buon piano editoriale può essere basato su una strategia di inbound marketing, cioè la produzione di contenuti che possano attirare l’attenzione di potenziali clienti ad esempio sull’utilizzo di un prodotto o servizio, novità relative all’offerta dell’azienda.

È importante definire il target che vogliamo raggiungere per creare contenuti mirati e scegliere il tone of voice che meglio si adatta alla brand image; inoltre bisogna sempre prevedere delle parole chiave da utilizzare in ottica SEO per posizionare al meglio gli articoli nei motori di ricerca e avere una maggiore possibilità di attrarre il segmento di pubblico selezionato.

Una volta pubblicati degli articoli è utile suddividerli in categorie relative all’argomento che trattano ad esempio: approfondimenti, guide e consigli, novità, case study, trend, ecc. ecc.

Generazione dei contenuti

Trovare i contenuti giusti da postare sul blog aziendale non è un processo semplice. Innanzitutto bisogna prendere in considerazione la attività che l’azienda offre e cercare uno spunto per parlare di queste. È possibile poi analizzare le tendenze del settore di riferimento e descrivere le più importanti novità.

Un’altra opzione è quella di rispondere alle domande del proprio pubblico, raccogliendo quelle più frequenti per elaborare risposte esaustive oppure creare delle vere e proprie guide a cui gli utenti possano fare riferimento.

Interessante è anche raccontare dei case study famosi nel proprio ambito o intervistare personalità di riferimento che possano portare la loro esperienza.

In generale è bene tenere presente che i temi che scegliamo per gli articoli devono essere pertinenti all’attività della nostra azienda, interessanti e utili per il pubblico e rilevanti rispetto alla nostra comunicazione.

Delle fonti utili per trovare ispirazione sui contenuti da postare sono:

  • forum di settore: qui è possibile trovare i trend del momento, le novità e gli argomenti del dibattito
  • social network: permettono di immergersi nella propria community per capire quali sono i temi più cari a questa
  • Google Trends: si tratta di un tool di Google che analizza le ricerche degli utenti in rete attraverso il meccanismo delle parole chiave
  • Answer the public: permette di scoprire cosa chiedono le persone ai motori di ricerca rispetto ad uno specifico argomento

Gestire un blog aziendale non è semplice ed immediato, ma trovando il giusto tone un voice e lo stile di scrittura che più si addice alla propria attività si dimostrerà un veicolo prezioso per l’informazione, la relazione con il proprio pubblico e anche l’acquisizione di potenziali nuovi clienti.

LinkedIn: la nuova frontiera del social media marketing

LinkedIn: la nuova frontiera del social media marketing

LinkedIn, inizialmente pensato come un social network professionale per la ricerca di opportunità lavorative, si è trasformato in uno strumento di marketing che presenta un pubblico qualificato e orientato al business. È quindi opportuno che le aziende lo utilizzino per promuovere il proprio brand, generare lead e aumentare la propria visibilità online.

Cosa offre LinkedIn

Oltre alle classiche funzionalità di social networking, la piattaforma offre:

  • ottime opzioni di targeting per definire con precisione il proprio pubblico in relazione alla formazione conseguita, alle competenze ottenuta, al settore professionale di appartenenza, alle esperienze pregresse, ecc. ecc.
  • funzioni di brand building e thought leadership: condividere contenuti come case study, novità, trend, approfondimenti per dimostrare la propria professionalità e costruire la reputazione come leader di pensiero attirando anche leader di opinione e influencer;
  • generare lead e acquisire clienti: utilizzo degli annunci di lead gen per catturare informazioni di contatto dei potenziali clienti interessati all’azienda, funzionalità di retargeting per raggiungere nuovamente le persone che hanno interagito in precedenza con il nostro profilo;
  • strumenti per messaggistica sponsorizzata e pubblicità dinamica;
  • networking e collaborazioni commerciali attraverso la partecipazione a gruppi di discussione e forum.

Pagina aziendale

Nella creazione di una pagina aziendale è possibile impostare l’URL pubblico in maniera personalizzata e modificarlo quando lo riteniamo opportuno Impostare url pubblico. A livello di gestione si possono aggiungere o rimuovere degli amministratori che possono controllare totalmente il profilo oppure limitarsi ad azioni specifiche.

La piattaforma ci permette anche si inserire delle pagine carriera per creare un’area di recruiting accattivante, presentare l’azienda al meglio e inserire le testimonianze dei dipendenti. Dopo aver pubblicato dei post ci viene offerta una funzione di analisi delle statistiche relative a visitatori, aggiornamenti e follower.

Tipologie di contenuti

Le tipologie di contenuto che funzionano meglio su LinkedIn sono:

  • contenuti lunghi come articoli di blog, a questo proposito è possibile utilizzare la funzione di pubblicazione offerta dalla piattaforma
  • post che includono gli hashtag appropriati, le call-to-action e che  includono sempre il punto di vista dell’autore;
  • post informativi come tutorial, guide, how-to, case study che risultano utili ed interessanti per gli utenti;
  • contenuti aziendali che permettono al brand di esercitare la capacità di storytelling raccontando i propri valori;
  • video brevi di circa 15 secondi per presentare un prodotto/servizio, accennare ad un argomento, citare delle frasi;
  • immagini di qualità e infografiche che contengono il logo e lo stile grafico dell’azienda permettendo agli utenti di riconoscere i post, di incrementare la brand awareness e aumentare il traffico sul sito.

area_elite_agenzia_comunicazione_pisogne_soluzioni_digitali_siti_web_social_media_grafiche _online_offline_stampe_shooting_riprese_video_blogging_ufficio_stampa_22

Fare branding

LinkedIn presenta molteplici opportunità per sviluppare il branding della propria azienda in quanto permette di presentare informazioni, esperienze, competenze e doti personali e professionali che aumentano la credibilità e l’affidabilità della vostra attività da parte delle persone.

Inoltre è possibile entrare in contatto con altri professionisti, sia aziende che singoli, per stabilire relazioni profittevoli, creare accordi lavorativi, collaborazioni commerciali e aumentare la visibilità.

Come per qualsiasi altra forma di comunicazione è necessario definire il tone of voice da utilizzare nella scrittura dei post per veicolare al meglio i contenuti sul vostro brand. Bisogna anche definire il proprio target di riferimento per creare contenuti che soddisfino le sue esigenze e i suoi interessi.

Lead Generation

La piattaforma di networking dispone di funzioni per fare lead generation.

È possibile monitorare i post dei profili a cui siamo interessati, anche filtrandoli, per sapere cosa hanno pubblicato in relazione a determinati argomenti.

Un’altra modalità è l’aggiunta del modulo di acquisizione lead alla propria pagina, utile soprattutto se è presente una pagina prodotti.

Infine c’è l’opportunità di caricare elenchi di account su LinkedIn Sales Navigator per monitorare le aziende selezionate e i decision maker.

×