LinkedIn: la nuova frontiera del social media marketing

LinkedIn, inizialmente pensato come un social network professionale per la ricerca di opportunità lavorative, si è trasformato in uno strumento di marketing che presenta un pubblico qualificato e orientato al business. È quindi opportuno che le aziende lo utilizzino per promuovere il proprio brand, generare lead e aumentare la propria visibilità online.

Cosa offre LinkedIn

Oltre alle classiche funzionalità di social networking, la piattaforma offre:

  • ottime opzioni di targeting per definire con precisione il proprio pubblico in relazione alla formazione conseguita, alle competenze ottenuta, al settore professionale di appartenenza, alle esperienze pregresse, ecc. ecc.
  • funzioni di brand building e thought leadership: condividere contenuti come case study, novità, trend, approfondimenti per dimostrare la propria professionalità e costruire la reputazione come leader di pensiero attirando anche leader di opinione e influencer;
  • generare lead e acquisire clienti: utilizzo degli annunci di lead gen per catturare informazioni di contatto dei potenziali clienti interessati all’azienda, funzionalità di retargeting per raggiungere nuovamente le persone che hanno interagito in precedenza con il nostro profilo;
  • strumenti per messaggistica sponsorizzata e pubblicità dinamica;
  • networking e collaborazioni commerciali attraverso la partecipazione a gruppi di discussione e forum.

Pagina aziendale

Nella creazione di una pagina aziendale è possibile impostare l’URL pubblico in maniera personalizzata e modificarlo quando lo riteniamo opportuno Impostare url pubblico. A livello di gestione si possono aggiungere o rimuovere degli amministratori che possono controllare totalmente il profilo oppure limitarsi ad azioni specifiche.

La piattaforma ci permette anche si inserire delle pagine carriera per creare un’area di recruiting accattivante, presentare l’azienda al meglio e inserire le testimonianze dei dipendenti. Dopo aver pubblicato dei post ci viene offerta una funzione di analisi delle statistiche relative a visitatori, aggiornamenti e follower.

Tipologie di contenuti

Le tipologie di contenuto che funzionano meglio su LinkedIn sono:

  • contenuti lunghi come articoli di blog, a questo proposito è possibile utilizzare la funzione di pubblicazione offerta dalla piattaforma
  • post che includono gli hashtag appropriati, le call-to-action e che  includono sempre il punto di vista dell’autore;
  • post informativi come tutorial, guide, how-to, case study che risultano utili ed interessanti per gli utenti;
  • contenuti aziendali che permettono al brand di esercitare la capacità di storytelling raccontando i propri valori;
  • video brevi di circa 15 secondi per presentare un prodotto/servizio, accennare ad un argomento, citare delle frasi;
  • immagini di qualità e infografiche che contengono il logo e lo stile grafico dell’azienda permettendo agli utenti di riconoscere i post, di incrementare la brand awareness e aumentare il traffico sul sito.

area_elite_agenzia_comunicazione_pisogne_soluzioni_digitali_siti_web_social_media_grafiche _online_offline_stampe_shooting_riprese_video_blogging_ufficio_stampa_22

Fare branding

LinkedIn presenta molteplici opportunità per sviluppare il branding della propria azienda in quanto permette di presentare informazioni, esperienze, competenze e doti personali e professionali che aumentano la credibilità e l’affidabilità della vostra attività da parte delle persone.

Inoltre è possibile entrare in contatto con altri professionisti, sia aziende che singoli, per stabilire relazioni profittevoli, creare accordi lavorativi, collaborazioni commerciali e aumentare la visibilità.

Come per qualsiasi altra forma di comunicazione è necessario definire il tone of voice da utilizzare nella scrittura dei post per veicolare al meglio i contenuti sul vostro brand. Bisogna anche definire il proprio target di riferimento per creare contenuti che soddisfino le sue esigenze e i suoi interessi.

Lead Generation

La piattaforma di networking dispone di funzioni per fare lead generation.

È possibile monitorare i post dei profili a cui siamo interessati, anche filtrandoli, per sapere cosa hanno pubblicato in relazione a determinati argomenti.

Un’altra modalità è l’aggiunta del modulo di acquisizione lead alla propria pagina, utile soprattutto se è presente una pagina prodotti.

Infine c’è l’opportunità di caricare elenchi di account su LinkedIn Sales Navigator per monitorare le aziende selezionate e i decision maker.

×